top of page

Tradizione, gusto e convivialità



Nel 5° arrondissement di Parigi, dietro una tipica porta da bistrot, si nasconde un locale storico che quest'anno compie 120 anni. Si tratta del bistrot “Au bon coin ”, che porta bene il suo nome, per il suo ambiente accogliente e le attenzioni premurose del personale. In un'atmosfera conviviale e senza tempo, tra tavoli di legno di quercia, bancone tradizionale in zinco con sgabelli alti e qualche poster qua e là ricreano l'arredamento originale. Il  gusto della tradizione si  amalgama con i prodotti di stagione e di qualità, creando i sapori di piatti unici, semplici e genuini. Il proprietario Julien Guillut, competente e appassionato, perpetua la tradizione e il gusto delle ricette della casa scegliendo accuratamente le materie prime.


Il suo percorso ?

Sono originario della Turenna e quando ho finito il liceo professionale sono venuto a Parigi per lavorare. Ho avuto l'occasione di lavorare anche all'estero : in Irlanda, in Spagna, nella Polinesia francese, ho fatto il giro del mondo su una nave per una compagnia americana, ho lavorato anche per il Cordon bleu. Il percorso professionale all'estero mi ha arricchito tanto e mi ha permesso di acquisire le competenze del senso del servizio. Poi ho preso questo bistro  e sono qui da 11 anni. Sono molto contento e spero che continui ancora dopo di me, con i miei figli.



Qual è il segreto della longevità di questo bistrot?

Il bistro quest'anno compie 120 anni. Il suo successo è legato alla qualità dei prodotti, ma anche un buon rapporto qualità prezzo. Quando ho conosciuto questo bistro la cucina era molto più semplice, l'abbiamo migliorata restando sempre legati alla cucina del tipico bistrot francese. 


Chi sceglie i piatti del menù e i fornitori per garantire ingredienti di qualità e freschezza?

Lavoro con lo chef  da anni, è uno che ha molta esperienza della cultura culinaria francese, conosce il suo mestiere dai salumi al dessert. È raro trovare degli chef così completi, anche questo è un fattore che ci permette di mantenere la qualità. Per quanto riguarda i fornitori mi approvvigiono a Rungis, il più grande mercato d'Europa.



Nel menù c'è anche un piatto con la fregola sarda…

Lo chef prepara la fregola sarda e zucca di stagione con schegge di castagna, versione piatto vegetariano. Ci sono prodotti buoni in ogni parte d'Europa.


Chi sono i suoi clienti ?

Abbiamo la fortuna di essere situati in un quartiere  strategico, dove ci sono molti alberghi, quindi lavoriamo bene con la loro clientela, ma anche con le  persone che lavorano nel settore e i residenti del quartiere.


La sua più grande soddisfazione ?

La mia più grande soddisfazione è vedere i clienti contenti e fedeli, che a loro volta contribuiscono a far venire nuovi clienti.

Michela Secci

 

Indirizzo : Au Bon Coin – 21, rue de la Collégiale – 75005 Paris

Comentários


bottom of page