“Ascoltare, Leggere, Crescere" ai nastri di partenza

Sarà dal 23 settembre all’ 8 ottobre 2022 la durata della manifestazione “Ascoltare, Leggere, Crescere", giunta alla XVIa edizione. Press tour in anteprima per una ricca delegazione di giornalisti della Sala Stampa Vaticana e della Stampa Estera in Italia. Presente anche LA VOCE, sempre interessata a novità culturali e tematiche di riflessione per i suoi lettori. Successo, infine, per il convegno "Il mondo della cultura e dell'informazione religiosa: seminario con i protagonisti del settore", che ha impegnato a Pordenone la delegazione nella mattinata del 10 settembre.



Andiamo pero’ gradualmente a raccontare l’intenso fine settimana, tra incontri, visite guidate, momenti conviviali e buon cibo locale. Si è trattato sicuramente di un momento di riflessione sul mondo della comunicazione e del giornalismo in generale, con relatori di prestigio. Ad avvicendarsi in scaletta al convegno sono stati Don Roberto Ponti, direttore Telenova, membro CdA Gruppo San Paolo; Gianni Cardinale, vaticanista della testata Avvenire; Manuela Tulli, vaticanista ANSA. A coordinare, il prof. Don Giuseppe Costa sdb, scrittore e giornalista, già direttore della Libreria Editrice Vaticana.



S.E. mons. Giuseppe Pellegrini, Vescovo di Concordia – Pordenone, ha salutato i presenti. Ha fatto seguito il benvenuto dell’Assessore alla Cultura della città ospitante, Alberto Parigi.

Simonetta Venturin, direttore del settimanale diocesiano Il Popolo di Pordenone, ha ricordato la ricorrenza dei 100 anni di esistenza del giornale da lei diretto (la pubblicazione risale infatti all’8 gennaio 1922).


Quale la situazione attuale dell’editoria (religiosa, ma anche laica)? Quali le difficoltàdell’informazione in epoca di Rete e di fake news? Quali le nuove frontiere da raggiungere? A questi ed altri interrogativi hanno provato a rispondere le autorevoli voci della tavola rotonda organizzata per l’occasione. L’ appuntamento, svoltosi presso l’Auditorium del Centro Diocesano Attività Pastorali della Curia Vescovile, ha in realtà anticipato la rassegna vera e propria che aprirà i battenti il 23 settembre, che ricordiamo essere promossa dalla Associazione Eventi APS, e che si protrarrà fino al giorno 8 ottobre. Ad ingresso libero, si svolgerà quest’anno tra Gorizia, Pordenone, Trieste ed Udine.


Nel confronto del convegno sono emerse crisi, difficoltà e progettualità di un mestiere – quello giornalistico – che deve essere considerato una missione per coloro che decidono di intraprendere questa strada. Deontologia, chiarezza, affidabilità e capacità di adattamento ai tempi. In tutto questo, l’informazione religiosa diventa materia da approfondire per superare le criticità dei difficili tempi che stiamo tutti vivendo. Pertanto, un convegno che ha ribadito che la voce della fede e della cultura cattolica hanno diritto di esistere anche nella dimensione pubblica e non solo in quellaprivata. Pandemia, guerra, crisi economica: per una narrazione onesta e non manipolata, che riporti i fatti per come si svolgono e non per come conviene alla politica raccontare, il rigore deontologico del giornalista è sicuramente un aspetto da considerare non negoziabile. Ed in tempi di guerra, i racconti dal fronte diventano condizione necessaria per la verità. Analizzati nel contesto alcuni dati ufficiali del mondo editoriale e comunicativo (carta stampata, ma anche mondo della tv), e tratte alcune conclusioni. Il comparto è risultato in difficoltà (ci si è riferiti sia all’editoria laica che a quella religiosa) e va sostenuto, anche con iniziative conoscitive come la rassegna “Ascoltare, leggere, crescere”. Soprattutto, deve essere portata avanti dagli addetti ai lavori la volontà deldibattito, facendo camminare le notizie ed agevolando così incontri sulla formazione professionale, sulle prospettive dell’informazione tv, sull’informazione cartacea.


Nei tre giorni previsti dal tour, la delegazione dei giornalisti ha visitato il centro storico di Pordenone, ed anche altre località regionali – dalla Casarsa di Pier Paolo Pasolini (visitata anche la tomba dell’indimenticabile poeta, scrittore, regista e sceneggiatore, tra i maggiori e più eclettici intellettuali del Novecento, che si è distinto anche come pittore, romanziere, linguista, saggista e molto altro) al borgo cartolina di Sesto al Reghena, per giungere a Trieste. Da ricordare l’appuntamento conviviale a cena con i rappresentanti di EYOF 2023 Fvg, la manifestazione sportiva olimpica dedicata alla gioventù, che a gennaio prossimo vedrà il Friuli Venezia Giulia protagonista. Il viaggio stampa rivolta ai media è stato promosso in partnership con PromoTurismoFVG – Io Sono Friuli Venezia Giulia.

I numeri della rassegna "Ascoltare, Leggere, Crescere" per l’edizione 2022: si avvicenderanno 90 ospiti, 11 video-appuntamenti televisivi e 32 libri in presentazione, spaziando dall’economia alla storia, dalla riflessione teologica all’emigrazione.


Sfileranno nomi come Paolo Fresco, Marcello Pera, Mariella Enoc, Giovanni Maria Vian, Deborah Compagnoni, padre Federico Lombardi, monsignor Gianfranco Ravasi, sir Ronald Cohen, e tra i momenti più attesi anticipiamo il ricordo di Giovanni Paolo I da poco beato e del cardinale Carlo Maria Martini a 10 anni dalla scomparsa.

La rassegna gode del patrocinio della Regione Friuli Venezia Giulia, dei Comuni di Pordenone, Aviano, Aquileia, Sacile e Portogruaro, del Pontificio Consiglio per la Cultura e del Dicastero per la Comunicazione.

Lisa Bernardini